Upgrading sustainable energy communities in mayor adapt initiative by planning climate change adaptation strategies
Urbino
  • Urbino
  • Ancona
  • Jesi
  • Macerata
  • Rovinj

Contesto e strategia

I partner italiani e croati sono già attivamente impegnati per la mitigazione del cambiamento climatico grazie all’implementazione del proprio Piano di Azione per l’Energia Sostenibile (PAES), raggiunto attraverso l’adesione all’Iniziativa europea “Patto dei Sindaci” e lo sviluppo della  Comunità per l’Energia Sostenibile" (SEC) nelle due regioni come risultato nell’ambito del progetto CITY_SEC. Con questa strategia,  i partner hanno identificato le attività necessarie per contribuire alla riduzione delle emissioni di gas serra entro il 2020.

Inoltre, le condizioni territoriali e climatiche delle due regioni sono simili: le aree interne sono caratterizzate da montagne e colline che scendono verso la costa; entrambe le regioni hanno rilevante estensione della zona costiera, dove si trovano le principali infrastrutture urbane e produttive.

Attraverso il progetto LIFE SEC ADAPT, i Comuni coinvolti intendono dare risposta ai problemi specifici che interessano i loro territori e che sono causati dagli effetti dei cambiamenti climatici.

Considerando le caratteristiche dei territori marchigiani e istriani, i principali impatti attesi dei cambiamenti climatici riguardano i seguenti settori chiave:

• zone costiere: gli eventi meteorologici estremi (alluvioni, tempeste, ecc) e l'aumento del livello del mare possono contribuire ad accelerare i processi di erosione esistenti, causando danni o perdite alle fasce costiere, agli ecosistemi, alle infrastrutture e alle attività economiche.

• acqua e sistema idrogeologico: le risorse idriche potrebbero essere meno disponibili e avere una minore qualità; le alterazioni del regime idrogeologico potrebbero aumentare il rischio di frane, colate di fango e di detriti, caduta di massi e inondazioni;

• infrastrutture ed economia: pressioni sulle infrastrutture urbane e rurali con possibile inaccessibilità o interruzione della rete di trasporto, sugli insediamenti umani e attività socio-economiche, in particolare nel settore del turismo.

I settori principali di cui sopra sono anche una priorità per il contesto territoriale italiano, come riportato dall’articolo del CMCC Research "Panoramica degli impatti climatici chiave del cambiamento climatico, le vulnerabilità e le azioni di adattamento in Italia" (approfondimento della  "Strategia Nazionale di Adattamento ai Cambiamenti Climatici "), e il contesto territoriale croato, come riportato nel documento "Adattamento ai cambiamenti climatici in Croazia. Rapporto nazionale " (gennaio 2014, Ministero dell’Ambiente e Protezione della Natura della Repubblica di Croazia).

Considerando le esigenze dei partner del progetto per migliorare le strategie locali e transfrontaliere, al fine di prevenire e migliorare la gestione degli effetti del cambiamento climatico (come eventi meteorologici estremi) a scala urbana, l'attività principale è quella di sviluppare una strategia di adattamento integrato con altre attività di pianificazione, tra cui, in primis, il PAES.

Inoltre, il Comune di Ancona (Regione Marche-IT), il Comune di Bullas (ES) e l’Agenzia per lo Sviluppo del Comune di Patrasso (GR) accompagneranno i partner di progetto per aumentare la conoscenza sull'adattamento climatico a livello locale/regionale grazie alla loro esperienza acquisita nell’ambito del progetto LIFE ACT in materia di pianificazione di strategie di adattamento.

 
Life Sec Adapt - With the contribution of the Life Programme of the European Union.
The document reflects only the author’s view and the Agency is not responsible for any use that may be made of the information it contains.
Credits - Cookie policy -  Copyright © 2016-2019 - [id]